Crème caramel di zucca dolce e salato al Grana Padano DOP

Aggiornato il: mar 13




Quando la tua dolce metà ha il mal di denti, oltre al male e al fastidio, in famiglia sussiste un enorme problema, cosa cucinare di buono ma che sia possibile gustare senza difficoltà?

Merito della mia rivista preferita, Sale & Pepe, e del mio bioshop, ho potuto cimentarmi in questa ricetta, un dolce particolare, dagli abbinalemnti insoliti.

Per fortuna l'altro giorno quando sono andata a prendere i peperoni nell'Azienda Agricola Carso (https://www.campingcarso.com/) ho trovato disponibili delle bellissime zucche, inizia infatti ad essere la stagione perfetta per godere del gusto delicato e delizioso di questo ortaggio. Non mi dilungo sulla bontà del Grana Padano che non ha bisogno di presentazioni, è una prelibatezza cucinato in qualsiasi modo e l'idea di abbinarlo al dolce mi ha fatto venire l'acquilina!!


Una delle prime cose a cui faccio molta attenzione quando leggo la ricetta è il numero di persone per la quale è stata pensata e di conseguenza le dimensioni delle teglie necessarie, non è possibile infatti avere a disposizione tutto un reparto di casalinghi e spesso bisogna fare qualche modifica negli ingredienti. In questo caso gli ingredienti sono misurati per uno satmpo da plumcake di 18cmx7cm, io, chiaramente ,ne ho uno da 26cmx12cm, così, piuttosto di trovarmi con una crème caramel basso e misero, ho deciso di raddopiiare le dosi. E' un calcolo che mi mette sempre un pochino di ansia, ma fino ad ora sono riuscita sempre a calibrare bene gli impasti.

Ingredienti per 8 persone:
  • 500 g di polpa di zucca pulita

  • 3 dl di panna fresca

  • 140 g di Grana Padano DOP Riserva

  • 80 g di zucchero

  • 4 tuorli

  • 2 uovo

  • 40 g di amido di mais

  • 15 foglie di salvia

  • sale - pepe

Procedimento:

Qui vi metterò a fianco dei passaggi i miei appunti personali, per lo svolgimento ho usato delle accortezze in autonomia che ho ritenuto utili per la riuscita del dolce. Nel caso vogliate provare a farla vi raccomando di leggere con attenzione prima di mettervi ai fornelli in modo da essere pronte quando cucinate.


  1. In una casseruola, scaldate la panna con la salvia. Prima del bollore, togliete dal fuoco, coprite e fate raffreddare.

  2. Tagliate la zucca a tocchetti e cuoceteli a vapore per 10 minuti, poi fateli raffreddare e riduceteli in purea. In una ciotola, sbattete i tuorli e le uova con sale e pepe fino a quando diventano spumosi; poi unite 100 g di Grana Padano DOP grattugiato, la purea di zucca, l’amido di mais, la panna infusa filtrata e mescolate bene.( Ho deciso di frullare il composto dopo aver amalgamato tutti gli ingredienti,schiacciando con la forchetta la zucca e grattuggiando il parmigiano a mano, quando do mescolato tutto insieme ho notato ancora dei grumi che non mi piacevano.Usando un frullatore ad immersione ho reso tutto più liscio e uniforme)

  3. Versate lo zucchero in un pentolino, unite 3 cucchiaio di acqua e cuocetelo fino alla formazione di un caramello ambrato. (Il caramello:UNA NOTA DOLENTE! Il procedimento per fare il caramenllo infatti è più facile a dirsi che a farsi, quando ho visto che la cottura dello zucchero non mi convinceva ho deciso in velocità di affidarmi ad un esperto di chimica della pasticceria:Dario Bressanini con il suo libro "La scienza della pasticceria".(qui il link della presentazione del libro : https://www.google.com/search?client=firefox-b-d&q=la+cienza+della+pasticceria+bressanini) Cè una sezione dedicata proprio agli zuccheri con spiegati dettaglitamente i passaggi per una riuscita perfetta del caramello, ho seguito passo passo la ricetta e devo dire che il risultato è stato ottimo! Consiglio vivamente l'aquisto di questo libro che per alcuni aspetti è illumunante!)

  4. Versatelo sul fondo di uno stampo da plumcake di 26cmx12 cm e lasciatelo raffreddare. (Io ho ricoperto la base dello stampo con la carta forno per paura che non si staccasse facilemnte girandolo sul piatto di portata.)

  5. Versatevi sopra il composto di zucca e ponete lo stampo in un bagnomaria di acqua calda.

  6. Trasferite la preparazione in forno a 150° per 1 ora, poi lasciatela raffreddare e ponetela in frigo per 6 ore. (Avendo raddoppiato gli ingredienti ho lasciato cuocere il crème caramel per 75 minuti)

  7. In una padella fate sciogliere a fuoco dolce il Grana Padano DOP Riserva rimasto, poi stendetelo e fatelo raffreddare fino a ottenere una cialda croccante. Levate il crème caramel dallo stampo rovesciandolo sul piatto e servitelo con la cialda di formaggio spezzettata.

NOTE PERSONALI:

Ci sono delle osservazioni che mi sento di fare su questa ricetta, il gusto è molto particolare e io non lo inserirei in un menù come dolce, anzi non sono riuscita a capire ancora come collocarlo, forse come contorno/formaggio, oppure come antipasto, proverei ad abbinare un aroma acidulo per spezzare i gusti del parmigiano e del caramello,volevo provare con del buon aceto balsamico ma non lo avevo in casa purtroppo.

Quando ho girato lo stampo non si è staccato in modo semplice, ho comunque rifilato i bordi con un coltello affilato e poi ho scosso forte lo stampo. Il caramello si è solidificato sulla base e per fortuna, avendo messo la carta fono, sono riuscita a staccarlo, come vedete nelle foto si è spezzato ma ha creato un effetto particolare che esteticamente stava molto bene.



Come avrete capito non è un piatto che mi ha convinto, in casa è stato boicottato, non rimane che chiedere a voi un parere dopo aver fatto la ricetta e soprattutto dei consigli su come migliorarla.



0 visualizzazioni

©2019 by Creato da Giorgia Bacchia con il sostegno morale della mia famiglia e dei miei amici.Fotodel Carso di Janko Furlan