• simone

Panini morbidi al latte di Simone

Aggiornato il: apr 19

Ecco una ricetta di mio cognato Simone!!

Anche lui è un ottimo cuoco, e un'ottima forchetta!!


Con la quarantena tutti si sono messi a fare il pane e io non sono da meno.

Tuttavia, non vi propongo la solita ricetta del pane in casa, ma quella per di panini morbidissimi e molto versatili. Vanno bene a colazione, con l'hamburger per una serata a tema e, la mia versione preferita, con burro e alici.

Sono facili da fare, gli ingredienti costano poco, e hanno pure pochi grassi!

Ingredienti (circa 15/18 panini da 50 gr/pezzo)


  • 500 gr di farina Manitoba (io ho usato una tipo 1 artigianale, anche 0 o 00 è ok)

  • 300 gr di latte (intero o magro, quello che avete)

  • 50 gr di zucchero

  • 50 gr di burro (fatelo a pezzetti e mettetelo fuori frigo prima di usarlo)

  • 5 gr di lievito di birra fresco (va bene pure il secco)

  • 1 uovo piccolo per spennellare

  • semi di papavero o sesamo da cospargere sui panini

Procedimento:

Si tratta del classico impasto per cui è consigliabile avere una macchina impastatrice (con gancio). In caso contrario, niente paura, bisogna andare a mano: è più faticoso ma i risultati sono comunque apprezzabili.


Si inizia mettendo la farina nell'impastatrice assieme allo zucchero ed al lievito sbriciolato. A questo punto si avvia la macchina aggiungendo il latte a temperatura ambiente poco alla volta. La farina ha una capacità di assorbimento sorprendente, quindi non preoccupatevi Se l'impasto vi sembrerà troppo morbido. Continuando ad impastare si formerà la maglia glutinica che assorbirà tutti i liquidi.


Una volta che l'impasto si sarà "incordato" (non prima di 10 minuti da che avete iniziato ad impastare) e si staccherà dalle pareti della ciotola, aggiungete il burro a pezzetti. Continuate ad impastare finché l'impasto non si staccherà dalle pareti di nuovo e sarà diventato liscio ed omogeneo (altri 5 minuti almeno).


A questo punto mettetelo in una ciotola e lasciatelo lievitare una notte in frigo (insomma 7-8h) coperto con della plastica per alimenti. Il frigo rallenta ed allunga la lievitazione evitando che l'impasto fermenti diventando molliccio ed acido.

Inoltre, abbiamo messo poco lievito: da un lato questo ci darà un impasto più digeribile, ma dall'altro ci richiederà una lievitazione più lunga.


Il mattino (o 7-8h) dopo, prendete l'impasto e porzionatelo in palline da 50 gr circa aiutandovi con una bilancia e un poco di farina. Mettete a lievitare i vostri panini direttamente sulla teglia su cui li cuocerete per circa 2 ore. Spennellateli con l'uovo e cospargete con i semini a piacere. Infornate quindi a 200° per 15/20 minuti fino a quando sono belli bruniti ma non bruciati.


Qualche consiglio:


  1. potete aggiungere all'impasto dell'uvetta o delle gocce di cioccolato e trasformare questi panini in una brioche per la colazione.

  2. La quantità di latte dipende anche dalla capacità di assorbimento della farina: la vostra farina potrebbe assorbire più latte di quello della dose o meno.


Infine, ricordatevi sempre di impastare bene e che possono volerci diversi minuti di lavoro prima di avere il risultato sperato. Dovreste lavorare il vostro impasto per non meno di 15/20 minuti.

Provateli e buon divertimento!! ;)



0 visualizzazioni

©2019 by Creato da Giorgia Bacchia con il sostegno morale della mia famiglia e dei miei amici.Fotodel Carso di Janko Furlan