Torta versata con marmellata di limoni

Aggiornato il: mar 13



Lo ammetto, sono un pochino imbranata nell'uso dei social.Passo per lo più il tempo a guardare foto di dolci e leggo ricette di tutti i tipi , mi piace prendere spunti e cerco sempre qualcosa di nuovo da poter provare a fare. Le mie ricerche sono comandate da quello che ho messo nel carrello oppure da quello che ho nel frigo. Non mi piace sprecare assolutamente nulla e quando vado a fare la spesa compro solo quello che reputo fresco e possibilmente di stagione.

Tutto parte da lì, l'idea, la ricerca, la scelta e poi il divertimento ai fornelli.

Avevo della marmelalta di limoni aperta da qualche giorno,l'ho usata per abbinarla ad un formaggio che mi hanno mandato i miei suoceri, un pecorino abruzzese molto gustoso con la quale volevo provare un accostamente diverso. La marmellata è stata fatta in casa, me l'ha regalata una vicina d'oltre confine, slovena, che è un portento nel campo delle confetture. Come sempre anche questa di limoni era fantastica, il gusto particolare, amarognolo ma dolce  ha dato un tocco al formaggio che risultava veramente molto buono. Piccolo particolare, la mia vicina fa barattoli da 1/2 kg.... e cosa fare del resto? Non è un gusto da spalmare sulle fette biscottate la mattina e quindi ero in difficoltà.

Poi mi sono imbattuta nella ricetta della torta versata del bog nuvoledisapori https://www.nuvoledisapori.it/2018/06/torta-versata.html ( che tra l'altro trovo bellissimo!), non l'avevo mai sentita e mi ha incuriosito subito. Si tratta di una torta molto semplice negli ingredienti che va cucinata in due tempi inserendo a metà cottura il ripieno che più ci piace in modo da evitare che affondi durante la cottura.

Detto fatto ho deciso di provarla con la mia marmellata di limoni!E non mi sono sbagliata, il risultato è stato ottimo.... addirittura oltre le mie previsioni, fatta sabato mattina e finita domenica a pranzo, l'abbiamo divorata noi tre.Mi piace quando le mie torte fanno questo effetto.


Ecco la ricetta per uno stampo da 20 cm.

Ingredienti:

150 gr di farina 00 100 gr di zucchero semolato 2 uova medie mezzo bicchiere di latte 50 ml di latte 16 gr lievito per dolci aroma di vaniglia(io ho usato quello americano liquido che mi ha mandato un'amica) marmellata di limoni scorza d'arancia per la glassa al limone: 40 ml di acqua 200 gr di zucchero a velo succo di 1 limone


Procedimento:

Preriscaldate il forno in modalità statica a 180° In una ciotola montare le uova con lo zucchero utilizzardo uno sbattitore elettrico  fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Sempre montando, riducendo leggermente la velocita', aggiungere l'olio a filo ed in seguito il latte. Incorporare al composto farina e lievito setacciati. Io ho usato la farina con il lievito già incorporato, la trovo molto utile in questi casi.Aggiungete poi l'aroma di vaniglia e la scorza d'arancia grattuggiata. Prendete sempre frutti biologici dalla buccia edibile, devono essere sodi e la scorza deve essere un pochino spessa. Mescolare con una spatola di gomma  dal basso verso l'alto in modo tale da non sgonfiare l'impasto. Foderato lo stampo con la carta forno facendola aderire bene  e lasciando che la carta superi di un pochino il bordo, potete utilizzare come collante il burro oppure bagnare leggermente la carta in modo che si attacchi bene.Ricoprite anche  la base dello stampo. Versate meta' dell'impasto nello stampo foderato ed cucinare a 180° gradi (forno preriscaldato) modalita' statica per 20 minuti. Dopo 20 minuti estrattre lo stampo dal forno e spalmare con uno strato abbondante di marmellata sulla superficie lasciano i bordi liberi (circa 1 centimetro). Versare la rimanente parte del composto e infornare per altri 20 minuti. Verificare sempre la cottura con la prova stecchino. Sfornate e lasciate raffreddare nello stampo.


Il risultato è stato apprezzato da tutti , anche dalla mia inseparabile amica felina che ha voluto assaggiarne un pezzettino!!


0 visualizzazioni

©2019 by Creato da Giorgia Bacchia con il sostegno morale della mia famiglia e dei miei amici.Fotodel Carso di Janko Furlan