Azienda agricola Carso, verdura a km 0, tutta al femminile.


Mangiare bene, mangiare sano, acquistare consapevolmente....

Tutte parole e concetti che negli ultimi 10 anni sono diventati i padroni delle campagne mediatiche sul cibo.

Ma che significato hanno queste parole per le persone normali?

Per me e per te che stai leggendo cosa rappresentano?

Troppo spesso ci si dilunga in discorsi filosofici in merito al food, le cose sono molto più semplici se vengono dette con chiarezza.

  • Ci tieni ad avere un alimentazione sana?

  • Vuoi che il cibo che porti in tavola contenga tutti i suoi nutrienti?

  • Vuoi rispettare questo pianeta?

  • Vuoi contribuire alla riduzione dell'inquinamento?

  • Insomma vuoi essere un consumatore responsabile e consapevole?

Bene allora quando vai a fare la spesa per prima cosa ti devi informare!

Informare sul prodotto che stai acquistando e che poi metterai sotto i denti, capire da dove viene, come è stato coltivato o allevato, se ha subito trasformazioni, se è venuto a contatto con sostanze nocive... insomma informazioni base che un consumatore consapevole ha il diritto di avere e soprattuto ha il dovere di cercare.

Siamo sempre tutti presi dalle nostre vite frenetiche e raramente ci soffermiamo a ragionare su questi piccoli comportamenti che però sono fondamentali per condurre una vita sana e rispettosa del pianeta in cui viviamo.(ricordiamoci che abbiamo solo questo pianeta, nessun piano B)

Posso però darti un suggerimento, banale forse, ma veramente utile....

Cerca l'azienda agricola più vicina, vai a visitarla, incontra i produttori, fatti raccontare come lavorano e assaggia i loro prodotti. Sono certa che nel giro di poco troverai l'azienda che ti da fiducia e che ti può fornire la frutta e la verdura di stagione appena raccolta, dall'orto in tavola!


Ed è proprio della mia azienda di fiducia che voglio parlare oggi.

Vivo in una cittadina in provincia di Trieste, Duino Aurisina, e prendo la frutta e la verdura qui:

Azienda Agrituristica Carso.

Una piccola azienda tutta al femminile, la sua proprietaria, Aila, è una donna veramente eccezionale, laureata in Scienze Naturali a Trieste, ora si dedica alla sua attività con passione e impegno.

Questa azienda nasce negli anni '30, la proprietà viene acquistata dai nonni paterni di Aila i quali sognavano all'epoca di vivere in campagna e gestire una locanda.

Il sogno però non fu mai realizzato totalmente, la guerra divise la famiglia e lasciò la nonna di Aila sola con due figli, una situazione che permetteva solo la gestione della locanda e di qualche camera in affitto.

Nel tempo la proprietà divenne un campeggio e l'idea dell'azienda agricola fu messa da parte.Nel 2012 però, grazie alla passione a all'impegno di Aila e di sua sorella Dorotea, la gestione dei terreni ormai abbandonati è passata nelle loro mani.

Con impegno e costanza, i campi da incolti e brulli si sono trasformati in terreni di coltivazione biologica a km 0, e il campeggio ha preso nuova vita diventando in uno degli agricampeggi più rinomati della zona (qui trovate un articolo di The Guardian che parla proprio di loro ).

Un grosso lavoro che ora Aila affronta con l'aiuto della mamma, la sig.ra Mara. Questa è una piccola azienda a conduzione familiare e femmiline, prendo i loro prodotti da anni e sono sempre contenta quando inizia la stagione della vendita.

Venire ad acquistare la verdura qui è una sicurezza, trovo solo prodotti di stagione, e, conoscendo Aila, sono sicura che tutto è coltivato senza l'utilizzo di alcuna sostanza nociva.

Questo si riflette nel sapore di tutto quello che decido di portare in tavola. I #pomodori sono dolci e succosi, magari non perfetti esteticamente ma, sanno di pomodoro, l'insalata, le #melanzane, i #peperoni...insomma tutto quello che trovo ha esattamente il gusto, il profumo e la consistenza di quello che dovrebbe essere. La scelta è limitata alle quantità che la natura ha deciso di concedere, le verdure sono quelle che si è deciso di piantare, insomma tutto a ritmo stagionale e nel rispetto dell'ambiente e del ciclo naturale.

Coltivare i campi in questo modo comporta molto lavoro, lavoro manuale, una piccola realtà come questa si basa proprio su lavoro quotidiano, sull'impegno e sulla costanza, oltre ad essere assoggettato al clima, non bisogna infatti dimenticare mai che i cambiamenti climatici e l'inquinamento incidono notevolmente sulle colture e sulla crescita di frutta e verdura che portiamo in tavola.

Aila offre un servizio semplice ed efficiente

Due giorni alla settimana sono dedicati alla vendita dei suoi prodotti, se sei interessato un giorno prima di arriva un whattup con l'elenco dei prodotti disponibili, basta rispondere al messaggio con quello che si desidera e il giorno dopo passare a ritirare la spesa che troverete già pronta per voi.

I giorni di vendita sono

  • il martedì e il sabato

  • è possibile ritirare la spesa dalle 10:00-13:00 e 15:00-18:30.

Acquistare in modo consapevole ha modificato anche la mia cucina, porto in tavola solo quello che matura in quel preciso periodo, uno stile di vita che ha inciso sicuramente sulla mia salute e anche sulle mie abitudini, capire e riconoscere cosa mangi ti soddisfa e ti appaga tutti i giorni, ti senti consapevole di aver scelto una strada in cui ti informi e scegli con coscienza.

Avere delle aziende locali fidate è una sicurezza, oltre ad aiutare l'ambiente, l'economia del territorio, sai che hai un punto di riferimento, delle persone che possono spiegarti e raccontarti come vengono coltivate tutte quelle prelibatezze che poi si trasformano nei nostri piatti preferiti.

Non vi rimane altro che provare e darmi ragione, ecco tutti i modi per contattare

Non preoccupatevi se tutte questi contatti vi dirottano al campeggio, siete nel posto giusto!


#aziendeagricole #biologico #km0 #campingcarso #tortefelici #iocomprofvg #prodottilocali #happinessinacake #verdurasana #verduradistagione #aziendeagricolelocali #agricampeggio



420 visualizzazioni

©2019 by Creato da Giorgia Bacchia con il sostegno morale della mia famiglia e dei miei amici.Fotodel Carso di Janko Furlan